I cibi che ti rendono bella, intelligente e felice

cibi bella intelligente felice samantha biale

Fettine di medusa in agrodolce, zuppa di squalo e dessert di bacche tropicali. Se vi dicessi che questi sono i cibi che promettono di farvi diventare più belle, felici e intelligenti? Magari ci fareste un pensierino, ma è tutto inventato! Incredibile ma vero, per ottenere questo stato di grazia basta puntare su alcuni cibi top della dieta mediterranea.

I cibi che vi rendono più belli

Essere belli non è il risultato di un logaritmo perfetto. Anzi! Significa possedere un insieme di caratteristiche fisiche e comportamentali che ci rendono affascinanti agli occhi dell’altro sesso. Curarsi ed esaltare i propri punti di forza è fondamentale per acquisire quella giusta dose di sicurezza e sfrontatezza, ma per ottenere il meglio di sé c’è un passaggio fondamentale: mangiare i cibi giusti. Sempre. Tutto qui! Lo rivela anche “The beauty diet”, il best seller scritto dalla beauty nutritionist Lisa Drayer che, negli Stati Uniti, ha conquistato soprattutto le star. Curiosi di conoscere questi super-cibi?

  • Kiwi: rinnova la pelle grazie al suo altissimo contenuto di vitamina C, sostanza fondamentale per la produzione di collagene, l’impalcatura su cui si ancora la pelle. Secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, è proprio grazie ad una dieta ricca di vitamina C che la pelle si nutre in profondità diventando vellutata.

Quantità consigliata: 2 kiwi come spuntino (80 calorie)

  • Mirtilli: uno studio della Tufts University di Boston ha dimostrato che sono gli antiossidanti più potenti in assoluto perché contengono cinque diversi tipi di antociani, sostanze dalle proprietà anti-age e antinfiammatorie, utilissime soprattutto per contrastare la cellulite.

Quantità consigliata: 150 g freschi, in macedonia con 1 cucchiaino di zucchero (60 calorie)

  • Spinaci: in un solo colpo, si assumono tutte le principali sostanze anti-age: luteina e zeaxantina per proteggere gli occhi dalle insidie esterne e dall’invecchiamento, betacarotene e vitamina C per contrastare i danni dei raggi ultravioletti sulla pelle, e soprattutto acido alfa-lipoico, elisir di giovinezza all’ennesima potenza.

Quantità consigliata: 200 g al naturale cotti al vapore conditi con 1 cucchiaio di olio (152 calorie)

  • Ostriche: non le portiamo spesso in tavola, vuoi perchè costicchiano, vuoi perché magari non ci piacciono così tanto. Però, fanno bene perché sono ricche di proteine e di zinco ed aiutano, quindi, la produzione di collagene ma anche di ormoni sessuali.

Quantità consigliata: 5 ostriche con limone (50 calorie)

  • Yogurt magro: è un cibo taglia-calorie, ma ricco di calcio che assicura unghie e denti forti. Inoltre, lo yogurt (e questa è una recente acquisizione) è una miniera di riboflavina e acido pantotenico, due vitamine del gruppo B che regolarizzano il drenaggio linfatico e aiutano a sgonfiare le borse sotto gli occhi.

Quantità consigliata:  1 vasetto di yogurt magro (48 calorie)

  • Salmone: in questo caso, a fare la differenza è la quantità di grassi omega 3 che spengono le micro-infiammazioni scatenate da stress e squilibri alimentari, e rinforzano le pareti cellulari che trattengono meglio i liquidi al loro interno con un effetto antirughe naturale. Un vero toccasana soprattutto per il contorno occhi.

Quantità consigliata:  1 fetta da 130 g alla griglia (237 calorie)

I cibi che vi rendono più intelligenti

Intelligenti si nasce, è vero, ma basta assicurarsi i nutrienti giusti, per migliorare concentrazione e memoria, aumentare la capacità di comprendere, programmare e prevedere. Nel cervello ci sono oltre 100 miliardi di neuroni collegati tra loro tramite una rete di 160 mila chilometri di fibre nervose che hanno bisogno costante di alcuni nutrienti. Tra queste ci sono il triptofano (latticini, pesce azzurro, banane, ananas, fichi), la colina (fegato, soia, legumi, uova), la tirosina (carni, latticini, legumi, semi oleosi), il magnesio (cereali, frutta secca, legumi, cacao) e la vitamina B6 (arachidi, latte, banane, patate). Non fatevi mai mancare questi.

Broccoli: Apportano acido folico e vitamina B12, essenziali per un corretto sviluppo del cervello e per prevenire il deterioramento mentale. Gli studi dimostrano che una dieta ricca di vitamine del gruppo B e folati (contenuti anche in piselli e patate) abbassa i livelli di omocisteina nel sangue, una sostanza che raddoppia il rischio di “perdere la testa” con l’avanzare dell’età. Conditeli con l’extravergine, utilissimo per la giovinezza cerebrale per la presenza di grassi monoinsaturi.

Quantità consigliata:  200 g cotti al vapore conditi con 1 cucchiaio di olio (152 calorie)

Prugne secche: Sono ricche di boro che migliora la prontezza mentale. Nei test di memoria, quelli che hanno un basso livello di boro ottengono punteggi più bassi, rispetto a chi possiede valori normali. 3 mg al giorno di boro aumentano del 10% il livello di attenzione di memoria.

Quantità consigliata: 70 g al naturale da consumare come snack energetico e vitaminico (154 calorie)

Mandorle: sono una miniera naturale di vitamina E, potente antiossidante che, secondo i ricercatori dell’Università di Tufts, protegge i grassi delle membrane cellulari dall’attacco dei radicali liberi (il cervello è ricco di grassi polinsaturi, i bersagli preferiti dei radicali liberi). La vitamina E rende più performanti tutte quelle facoltà mentali che peggiorano con l’età, ripristinando e proteggendo dall’ossidazione i recettori dei neurotrasmettitori cerebrali.

Quantità consigliata:  25 g al naturale come spezza-digiuno (150 calorie)

Tacchino: E’ particolarmente ricco di tirosina, in grado di aumentare la sintesi di dopamina, un importante neurotrasmettitore cerebrale. Assicurarsi buone dosi di questo aminoacido aumenta la capacità di memoria e la prontezza mentale. Se siete sempre “a stecchetto” per dimagrire, attenzione: sottoporsi spesso a diete ipocaloriche può ridurre le scorte di tiroxina. Risultato? La tiroide si impigrisce, il metabolismo basale rallenta e bye bye efficienza cerebrale.

Quantità consigliata:  150 g fesa fresca BIOLOGICA da fare alla griglia (160 calorie)

 Pesce grasso: Oltre alle proteine nobili, fornisce iodio e fosforo che contrastano il logorio del cervello, ma è ricco soprattutto di acidi grassi Omega 3, fondamentali per il buon funzionamento dei neuroni. Gli Omega 3 aumentano il tono mentale e le prestazioni intellettuali perché, di fatto, sono i principali costituenti delle cellule cerebrali.

Quantità consigliata:  sgombro fresco (140 g) lessato con 1 cucchiaio di maionese (280 calorie)

Uova: Contengono la lecitina che tiene pulite le arterie, la vitamina B6 che previene la stanchezza mentale e la colina, indispensabile per la formazione di un importante neurotrasmettitore chiamato acetilcolina che rende efficiente la mente.

Quantità consigliata: 2 uova all’occhio di bue o strapazzate (160 calorie)

I cibi che vi rendono più felici 

Sapete che la vostra felicità dipende anche dai grassi che mangiate? Proprio così, dietro il cattivo umore e il morale a terra, infatti, non ci sarebbero solo i contrattempi della vita quotidiana: a volte possono nascondersi delle carenze alimentari legate ai lipidi. Quando mangiamo in modo squilibrato, infatti, tutte le nostre membrane cellulari diventano rigide e meno permeabili, spianando la strada a processi infiammatori in grado, persino, di alterare il tono dell’umore. Sotto accusa c’è sempre un eccesso di grassi saturi (alimenti di origine animale e oli vegetali idrogenati) e persino di grassi vegetali Omega 6, presenti in moltissimi cibi confezionati (olio di girasole, etc.). Di seguito, ecco i cibi che possono regalarvi un pizzico di felicità e serenità in più.

Latte e formaggi: Sono ottime fonti di triptofano che aiuta ad avere la giusta dose di ottimismo; di vitamina B2 e zinco, indispensabili per combattere l’irritabilità, nonché di calcio, che tra gli altri compiti ha anche un ruolo rilassante sul sistema nervoso e muscolare. Inoltre, nei latticini e nel glutine (la proteina presente nella maggior parte dei cereali e nei cibi proteici tipici della dieta vegetariana come il seitan), sono state individuate particolari sostanze in grado di diminuire lo stato di nervosismo e irritabilità.

Quantità consigliata:  1 mozzarella da 125 g (260 calorie)

Cioccolato: Favorisce la produzione rapida di serotonina che calma e rilassa, e induce l’organismo a produrre endorfine che combattono il dolore e le metilxantine che non fanno sentire la fatica. Contiene anche magnesio, stabilizzatore dell’umore e feniletilamina, la stessa sostanza dall’azione euforizzante che il cervello produce quando siamo innamorati. Questo spiega la passione per il cioccolato che riequilibra l’instabilità emotiva causata da sbalzi ormonali come accade in sindrome premestruale. Per migliorare l’umore ne basta poco: un cucchiaino di cacao amaro in polvere sciolto in uno yogurt magro.

Quantità consigliata:  20 g di fondente 70% (120 calorie)

Pasta e cereali: I cereali rappresentano la principale fonte di carboidrati, che l’organismo trasforma in glucosio, il nutrimento per eccellenza del sistema nervoso. I carboidrati complessi di pasta, pane e cereali sembrano avere una maggiore capacità di stabilizzare l’umore a lungo termine, rispetto agli zuccheri semplici che hanno invece un’azione rinvigorente rapida ma di minor durata. Una volta che l’insulina agisce per riportare i livelli di zuccheri del sangue nella norma, l’effetto euforizzante purtroppo passa. L’azione calmante e di benessere data dai cereali dipenderebbe anche dalla capacità di alleviare la sensazione di fame.

Quantità consigliata:  80 g di pasta da cuocere e condire  a piacere (280 calorie)

Lattuga: E’ una buona fonte di potassio, un minerale che aiuta a combattere la fatica, ma contiene anche piccole quantità di lattucario, sostanza cui è attribuita un’azione calmante: chi soffre d’insonnia o vuole andare a dormire per poi svegliarsi rigenerata e di buon umore, può provare a prevedere una bella insalata a cena.

Quantità consigliata:  1 fondina di lattuga condita con 1 cucchiaio di olio (120 calorie)

 La vostra diet coach Samantha B.

0 Comments

Leave a Comment

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register