La dieta contro il mal d’autunno

dieta autunno samantha biale

Le temperature si abbassano, le giornate si accorciano. L’autunno rovina l’umore e fa pure ingrassare. Luogo comune?

E’ la verità! Il 10% di noi soffre del cosiddetto “mal d’autunno” causato dalla netta riduzione di luce e temperatura che determina nel cervello un temporaneo squilibrio di alcuni neurotrasmettitori, come la serotonina e la noradrenalina. Risultato? Umore a picco e minor voglia di uscire, ma anche un aumento dell’appetito, con una predilezione per i carboidrati. E così, giorno dopo giorno, il girovita lievita: un carico da undici soprattutto per chi, questa estate, ha messo su una piccola “zavorra”!

Ecco, appunto: come fare a perdere subito qualche chilo, almeno quelli presi in vacanza?

In questo periodo di ripresa a pieno ritmo del lavoro e dello stress, rispettare le regole ferre di una dieta, per molti, è un’impresa apocalittica! La soluzione più sicura per la salute ed efficace per perdere 2-3 chili è pranzare per 7-10 giorni con i pasti sostitutivi in barretta, quelli che si vendono in qualsiasi supermercato. Racchiudono in poche calorie (circa 220-350) tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno – carboidrati, proteine e grassi – ma anche vitamine e minerali. Così, pur dimagrendo in fretta, non si corre il rischio di andare incontro a carenze nutrizionali e ci si sente sempre energici e vitali. Per non “stufarsi”, meglio cambiare gusto ogni giorno: una volta cioccolato al latte, una volta fondente alla nocciola, biscotto con ripieno di mela, sandwich al gusto prosciutto e formaggio, etc. Io consiglio di aggiungere una mela con la buccia (rigorosamante bio) e una bottiglietta di acqua: effetto sazietà assicurato.

E per tirare su l’umore?

Anche la scelta dei cibi può farci ritrovare il sorriso. Gli studi dimostrano che aumentando l’apporto di magnesio e di vitamina B6 il cervello reagisce meglio al cambio di stagione e persino alle restrizioni della dieta. Puntate su cioccolato (al massino 20 g al giorno), cereali integrali, banane, mandorle e nocciole, legumi, biete, spinaci e pesce. Se potete, alzatevi di buon mattino e non perdetevi nemmeno un raggio di sole che – nella fascia oraria tra le 8.30 e le 10, raggiunge il livello più intenso. Se d’estate il sole è un vezzo, in autunno è una cura energizzante a costo zero!

E’ vero che bisognerebbe disintossicare il fegato?

A meno che non abbiamo davvero esagerato a tavola per tutta l’estate, le diete detox servono di più in primavera. In questo cambio di stagione bisogna fare i conti con una cattiva qualità del sonno. Tra i cibi utili per dormire bene c’è la lattuga che contiene il lattucario dall’effetto sedativo naturale. A cena puntate su cibi ricchi di triptofano come pollo e tacchino, tonno, bresaola, legumi, yogurt e formaggi, noci (non più di 15 g, magari aggiunte all’insalata o alla macedonia) che aumentano la produzione cerebrale di serotonina, fondamentale per favorire un riposo rigenerante. Chi vuole, può aggiungere ai piatti il peperoncino rosso: favorisce la digestione e induce una piacevole vasodilatazione che favorisce il riposo.

I tuoi consigli per rafforzare il sistema immunitario?

Pochi sanno che lo stress riduce i batteri buoni dell’intestino, con ricadute negative sui nostri organi di difesa. La prima regola è quindi mangiare uno yogurt ‘probiotico’ tutti i giorni. Seconda cosa, invito tutti a mangiare la frutta con la buccia, non tanto per le vitamine come si potrebbe pensare, quanto per il ruolo benefico delle fibre solubili sul sistema immunitario. Ovviamente, sto parlando di frutta biologica!

La vostra diet coach Samantha B.

0 Comments

Leave a Comment

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Don't have account. Register

Lost Password

Register