In commercio esistono 4 tipologie di uova:
– da allevamento in gabbia (codice 3)
– da allevamento a terra (codice 2)
– da allevamento all’aperto (codice 1)
– biologiche (codice 0)
Il tipo di allevamento è scritto obbligatoriamente in etichetta. Non fermatevi alle immagini di galline felici che decorano le confezioni esterne, ma perdete qualche secondo per verificare questo dato importantissimo.

Preferite le uova da allevamento all’aperto o biologiche

Le uova da allevamento a terra stanno sostituendo le gabbie, ma se pensate che il termine ‘terra’ significhi terreno, dovrete ricredervi. Per legge, significa vita in “capannone”, con uno spazio a diposizione di 1 mq per 7-9 animali che vivranno qui la loro vita. Niente erba fresca, niente sole e niente libertà. Privilegiate le uova da allevamento “all’aperto” e quelle “biologiche”: qui le galline possono condurre un’esistenza rispettosa, e mangiare anche insetti, sassolini e vegetali che arricchiranno il valore nutrizionale delle uova. Costano qualche centesimo in più che, per un modo migliore, è un prezzo che tutti possiamo permetterci di pagare, con gioia.

E le uova tra gli ingredienti? Anche qui, basta leggere bene

Quando le uova si trovano tra gli ingredienti di un prodotto (esempio maionese, biscotti, etc.) se c’è scritto solo “uova”, si tratta di allevamento in gabbia. Cercate i prodotti che indicano la tipologia: i produttori che fanno scelte di qualità, lo indicano con piacere.